Il mio corpo mi ha parlato dicendomi anche cose che non avrei voluto sentire


“Eccomi qui a parlare un pò con te dopo un anno che hai iniziato ad ascoltare i miei suggerimenti silenziosi. Sono contento che mi hai dato retta, i risultati positivi li percepirai, si vedono e penso che sarai anche compiaciuta… o no?
Dai…. hai visto che bella soddisfazione anche gli esiti degli ultimi esami del sangue! Non dirmi che ti saresti aspettata, dopo un solo anno, di averli così immacolati dai tanto temuti asterischi. Hai stupito anche i medici che ti hanno in cura, cosa vuoi di più dalla vita?
Comunque è bella questa nostra comunicazione intima…. quando devi acquistare frutta e verdura ti suggerisco di cosa ho bisogno e tu mi capisci al volo, ormai hai imparato che la carne rossa mi fa male al punto che nemmeno ti viene più voglia di mangiare un carpaccio di manzo o un piatto di bresaola dei quali eri tanto golosa. Alla fine hai scoperto che anche una specie di “cassöla” con il pollo anziché cotenne e carne di maiale non è niente male. Lo stesso vale per il latte vaccino… non dirmi che ti manca? Non penso proprio, perchè la mattina mi pare apprezzi molto il latte di mandorla che ti ha fatto dimenticare quei fastidiosi mal di pancia mattutini.
Però sei un pò testona…. nonostante tutti i segnali che ti mando, non hai ancora capito che dovrai scordarti la pizza e le focacce che adori, così tutti i prodotti da forno lievitati. Non dirmi che non ti accorgi, mangiando queste cose, che poi ti mancano le forze… anche se fai il tuo allenamento quotidiano di cyclette non riesci ad andare oltre la mezz’ora. Sono i carboidrati lievitati mia cara! Ahimè, dovrai dimenticarti anche della birra… altrimenti metti in preventivo un pò di mal di stomaco senza lamentarti, perchè sai bene che non mi fa bene.
Lo so che queste ultime cose avresti preferito che te le risparmiassi, ma non le tollero e visto che ti ostini a consumarle, ho preferito sottolineartele sperando che te ne farai una ragione.
Ciao… alla prossima, continua così che sei sulla buona strada per essere completamente in sintonia con me!”

Oggi ho voluto scherzare, inventandomi questa chiacchierata del mio corpo che in realtà non è poi così assurda. Giorno dopo giorno sto imparando sempre più a vivere nella consapevolezza grazie agli insegnamenti della filosofia zen, faccendo tesoro di ogni attimo della mia giornata, anche se devo ammettere che non è facile prestare sempre la massima attenzione a quello che faccio. Uno dei tasselli più importanti di questa pratica è proprio quello di ascoltare il mio corpo, i segnali che mi manda, messaggi chiari come se mi parlasse, grazie ai quali ho invertito la rotta, raggiungendo una discreta forma fisica. Non ho tagliato il traguardo, non è un percorso che ha un inizio e una fine, bensì è uno stile di vita che ho abbracciato che a quanto pare piace molto anche al mio corpo.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: