Nessun fiocco di neve cade mai nel posto sbagliato (proverbio Zen)


Per la prima volta nella mia vita ho accolto la nevicata di ieri con l’entusiasmo di un bambino. Nessuno stress per i fiocchi che cadono copiosi e la spessa coltre che ricopre il manto stradale.
Se fossi stata ancora parte del mondo del lavoro, avrei trascorso la notte insonne, controllando di tanto in tanto lo stato delle carreggiate e facendomi strani film su che percorso scegliere per recarmi in ufficio.
Invece è stato bello addormentarmi sperando che le previsioni meteo ci azzeccassero, risvegliarmi in un paesaggio invernale fiabesco e in quel silenzio ovattato, tipico di quando nevica.
È stata una gioia anche il mio gatto, Kimi, che ha giocato per la prima volta nei suoi 8 anni di vita con quel poco di neve che ha ricoperto parte del nostro balcone, divertendosi a buttarla per aria per poi cercare di mangiarla mentre ricadeva a terra. Mi ha fatto molta tenerezza e inevitabilmente ho pensato come sarebbe stata la sua vita da Norvegese delle Foreste in terra scandinava, dove la neve d’inverno è all’ordine del giorno.

Nel pomeriggio siamo usciti a fare gli inevitabili quattro passi con la mia Nikon, un breve giro per scattare qualche foto ricordo di questa copiosa nevicata del 2020, che forse non sarà nemmeno l’ultima, ma è stata la prima che ho vissuto in modo del tutto nuovo.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: