I trii dì della merla – quando i merli diventarono neri


Oggi è l’ultimo dei tre giorni della merla e mi suona strano che la mia curiosità di questi anni, non mi avesse mai spinto a scoprire perché si chiamassero così.Ieri mattina la mia amica Federica, milanese di origine come me, mi ha inviato un bellissimo e nostalgico video, narrato nel dialetto meneghino mentre scorrono immagini... Continue Reading →

Giornata della Memoria – un libro per non dimenticare le foibe e Norma Cossetto.


Forse è vero che invecchiando si ritorna bambini. Mi sento tutt’altro che vecchia, tra qualche giorno avrò sessantatré anni, ho superato abbondantemente la mezza età e sono consapevole che ho davanti meno primavere di quante possa ricordarmene.Se analizzo il mio ritornare bambina, oltre a stupirmi per le cose semplici della vita, ho una gran fame... Continue Reading →

Blue Monday… no grazie, lunedì felice!


Oramai è diventata una moda. Non mi stupirei se prossimamente nei calendari, accanto al nome del Santo, scrivessero a cos'altro è dedicata la giornata, riempendo quindi tutte le 365 righe dell'anno.Oggi è il giorno più triste dell'anno che si appresta a spegnere la diciottesima candelina, da quando lo psicologo inglese Cliff Arnall individuò il terzo... Continue Reading →

Nostalgia de Milàn


Nell'ultima nostra visita a Milano, il 24 gennaio 2014, ero rimasta affascinata dei grattacieli di piazza Gae Aulenti, dal Bosco Verticale e Palazzo Lombardia, la nostra meta. Non ci tornavamo da dicembre 2001, quando dovevamo sostenere l'esame di ricezione e trasmissione telegrafica presso l'ispettorato territoriale dell'allora Ministero delle Comunicazioni e a distanza di 13 anni... Continue Reading →

Ma quanto è buono il cammello di pasta sfoglia!!!


E’ arrivata anche l’Epifania che tutte le feste si porta via. Per queste festività natalizie non abbiamo abusato con i dolciumi, lo stretto necessario per festeggiare il Natale, Capodanno con un semplice panettone degli Alpini e oggi la Befana con uno squisito cammello di pasta sfoglia, il tutto rigorosamente artigianale e magistralmente preparati da Silvio... Continue Reading →

I ricordi sono come i sogni: si interpretano (Leo Longanesi)


Quel giorno, il 21 novembre 1941, era destinato a passare alla storia per una delle più cruenti battaglie in terra d’Africa al valico di Culqualber, ultima difesa di Gondar in Etiopia, dove quasi tutti i militari del Primo Battaglione Carabinieri morirono sopraffatti dalla schiacciante superiorità numerica dagli inglesi.Era un venerdì, la liturgia cattolica celebrava la Presentazione... Continue Reading →

I nonni cospargono la polvere di stelle sulla vita dei bambini (Alex Haley)


Nel giorno della Fesa dei Nonni, mi sento un pò triste se ripenso alla mia infanzia. Non ho avuto la fortuna di conoscere quelli materni, Antonietta e Armando, scomparsi entrambi molto prematuramente appena terminata la seconda guerra mondiale. Solo gli sporadici ricordi della mamma e zii hanno fatto sì che mi fossero anche solo un... Continue Reading →

Bocche che sussurranno dal mondo, le opere di Giacomo “Jack” Braglia al Battistero di Velate


Da un pò di tempo a questa parte preferisco avere un approccio intimo con l’Arte, quando non c’è nessuno e posso percepire tutte le sfumature delle sensazioni che trasmette, in questo modo esco sicuramente arricchita dalla mia visita alla mostra. Oggi è andata proprio così. Grazie alla cortese disponibilità dell’amica Carla Tocchetti, curatrice dell’evento Conversations... Continue Reading →

Alla Madonna della Candelora dall’inverno siamo fuori, ma se nevica o tira vento 40 giorni siamo ancora dentro


I Celti misuravano il tempo partendo dal buio per risalire poi verso la luce, per loro il giorno iniziava con il tramonto e anche il calendario celtico si suddivideva principalmente in due grandi periodi, quello buio invernale e quello della luce.Il punto mediano tra lo Yule, il solstizio d’inverno e l’Ostare, l’equinozio di primavera, era... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: