Benvenuto maggio, tra riti pagani e tradizioni dimenticate.


Quanti riti e antiche tradizioni si intrecciano nella notte del 30 aprile, tutte di origine pagana e con il comune denominatore di celebrare l’esaltazione della vita e della rinascita che si rinnova con la natura della primavera inoltrata, accendendo falò notturni e intonando canti propiziatori per la purificazione del bestiame e per invocare l’abbondanza dei... Continue Reading →

TITANIC: quel tragico SOS captato da Artie Moore e ignorato.


Mi sono sempre chiesta quali fossero state le sorti del naufragio del Titanic, qualora il 15 aprile 1912 avessero dato credito a Arthur Moore. Ma chi era quel giovane gallese che armeggiava con strane apparecchiature che lui stesso costruiva ascoltando e trasmettendo segnali in codice Morse? La storia di Arthur Moore ha inizio nel 1887... Continue Reading →

Buon compleanno Alda, immensa Poetessa dei navigli


Oggi avrebbe compiuto 91 anni, autrice di splendide poesie, custodi dell'essenza della sua vita travagliata che l'ha resa unica. Per celebrare questa ricorrenza ho scelto quella che la poetessa ha voluto dedicare alla sua nascita nel giorno del solstizio di primavera e tratta dalla sua raccolta Vuoto d'amore pubblicata nel 1991. Oggi a Milano, nella... Continue Reading →

Vieni, primavera, vieni a svelare la bellezza del fiore celata nel bocciolo tenero e delicato (Rabindranath Tagore)


Oggi é il primo giorno di primavera, anche quest’anno, come nel 2021, é arrivata con un giorno di anticipo rispetto al canonico 21 marzo, quando inizia il Grado Zero dello zodiaco, ovvero il principio di un nuovo ciclo con il segno dell’Ariete.L’Equinozio, dal latino aequus nox, ha un sapore magico, è il perfetto equilibrio tra... Continue Reading →

17 marzo, Santa Gertrude, patrona dei gatti


Ho scoperto solo recentemente che i gatti hanno una Santa Patrona che si festeggia il 17 marzo. Si tratta di Santa Gertrude di Nivelles, protettrice anche dei giardinieri, dei moribondi, degli ospedali, delle pellegrine, dai topi, dai tumori, dei viaggiatori, nonché patrona di Selva dei Mulini/Mühlwald in Alto Adige, nell’omonima Valle che ricca di ruscelli... Continue Reading →

Nella Giornata del Ricordo un libro per non dimenticare le foibe e Norma Cossetto.


Forse è vero che invecchiando si ritorna bambini. Mi sento tutt’altro che vecchia, tra qualche giorno avrò sessantadue anni, ho superato abbondantemente la mezza età e sono consapevole che ho davanti meno primavere di quante possa ricordarmene.Se analizzo il mio ritornare bambina, oltre a stupirmi per le cose semplici della vita, ho una gran fame... Continue Reading →

A te, povero Elleboro montano, veder non lice dell’estate il sol (Pietro Gori)


C’è un fiore che mi ricorda i nostri trekking invernali, quando nelle giornate limpide salivamo sul Poncione di Ganna per ammirare i meravigliosi panorami a 360° per poi proseguire verso il Monte Minisfreddo e il monte San Bernardo, dove non mancavo di lasciare un pensiero sul quaderno custodito nel capitello della statua dedicata al Santo... Continue Reading →

Alla Madonna della Candelora dall’inverno siamo fuori, ma se nevica o tira vento 40 giorni siamo ancora dentro


I Celti misuravano il tempo partendo dal buio per risalire poi verso la luce, per loro il giorno iniziava con il tramonto e anche il calendario celtico si suddivideva principalmente in due grandi periodi, quello buio invernale e quello della luce.Il punto mediano tra lo Yule, il solstizio d’inverno e l’Ostare, l’equinozio di primavera, era... Continue Reading →

Chi scrisse il calendario pensava alla terra, ma guardava il cielo (Renzo Pezzani)


Quanti calendari mi sono passati tra le mani in questo ultimo mese, di pratici, con un piccolo spazio quotidiano dove annotare gli appuntamenti ed i memo, altri meno funzionali ma che davano risalto a splendide foto.Sfogliandoli, mi si è accesa la curiosità di saperne di più sull’almanacco, così come usavano chiamarlo i nostri nonni e,... Continue Reading →

Auguri di Buon Natale!


Manca poco, il Santo Natale è vicino, si percepisce nell’aria la notte magica. Per me è inevitabile rispolverare i ricordi della mia infanzia, quando scrivevo la letterina a Gesù Bambino sull’apposito cartoncino bianco decorato con gli angioletti che sceglievo scrupolosamente dall’anziano cartolaio con il grembiule grigio. Erano ancora i tempi in cui i biglietti di... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: