…La notte insegue sempre il giorno ed il giorno verrà


Non mi piace dormire al buio, a casa nostra non esistono le persiane, adoro rilassarmi guardando le luci di Varese e della croce in vetta al Poncione di Ganna prima di addormentarmi.
Il chiarore dell’alba non disturba il mio sonno pesante, amo la luce al punto che potrei dormire tranquillamente sotto il sole di mezzogiorno dei tropici.
Stamattina e come consuetudine mi sono svegliata molto presto, il cielo iniziava a colorarsi di un rosa tenue e nella mia testa continuava a ripetersi la melodia de Il mondo, canzone che mi ha fatto da sottofondo anche ai miei sogni notturni. Ė una delle mie canzoni preferite, l’ho ascoltata ieri sera mentre facevo la mia canonica ora di cyclette e cantandola, mi ha riportata indietro nel tempo quando da bambina l’ascoltavo dalla voce di Jimmy Fontana.
Sentirla cantata dalle incredibili voci dei tre ragazzi de II Volo, inevitabilmente mi fa venire la pelle d’oca e correre i brividi lungo la schiena. Sarà anche merito della bravura di questo giovane trio di percepire l’anima di una canzone e trasmetterla con la loro superlativa interpretazione che tocca le corde più intime e facendo sì che la melodia che mi accompagnasse finché non sono caduta tra le braccia di Morfeo.
Non sapevo fosse stata arrangiata dal Maestro Ennio Morricone, come non ero a conoscenza della sua firma su altre indimenticabili canzoni, come Se telefonando di Mina, C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e Rolling Stones di Gianni Morandi e due successi, icone dell’estate, come Abbronzatissima di Edoardo Vianello e Sapore di sale di Gino Paoli.
Con altrettanto stupore ho appreso che anche la colonna sonora del film In ginocchio da te, interpretato nel 1964 da un giovanissimo ragazzo di Monghidoro, è opera del grande Maestro, film che ho rivisto volentieri la scorsa settimana su Rai Movie e che mi ha risvegliato i ricordi di quando da bambina lo vidi per la prima volta al cinema dell’oratorio.
E così stamane non ho esitato ad alzarmi prestissimo, riascoltando Gianluca, Ignazio e Piero cantare quella magnifica canzone che mi accompagna da ieri sera, mi sono seduta sul balcone con lo sguardo fisso a 87° Est finché il sole ha fatto capolino all’orizzonte regalandomi una splendida alba….Un mondo, soltanto adesso, io ti guardo, nel tuo silenzio io mi perdo e sono niente accanto a te.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: