Fai che il tuo cuore sia come un lago. Con una superficie calma e silenziosa. E una profondità colma di gentilezza (Lao Tzu)


Voglia di fare una passeggiata noi due in solitudine, in mezzo alla natura, goderne il silenzio interrotto solo dal cinguettio.
Voglia di vedere il lago, uno scorcio intimo dove scattare qualche foto, di quelle dettate dall’istinto suggerite dalle emozioni.
Abbiamo la fortuna di abitare in un paese con un piccolo affaccio su lago di Varese, la darsena, popolata da poche barche e raggiungibile da casa con una camminata di un quarto d’ora.
Pranziamo molto presto e partiamo nell’ora canonica in cui la maggior parte della gente si siede a tavola, in questo modo siamo certi di poter passeggiare in solitudine.
Ci abbiamo preso, non c’è anima viva in giro, l’aria è gradevole e mantre scendiamo verso il lago rimango affascinata da alcune cascine, una fatiscente, alle quali non avevo mai prestato attenzione.


Il tratto sterrato che dalla ciclopedonale porta alla darsena di Azzate infonde una tranquillità infinita e la natura mostra i primi segni del risveglio primaverile, un invito a intercedere con lentezza per osservare tutto quanto ci circonda.
Il porticciolo è uno specchio dove si fondono i colori degli scafi delle piccole barche e le tonalità molto scure degli alberi ancora spogli. Vicino alla riva i pescatori hanno fatto una piccola cappelletta alla Madonna, incorniciata dai tronchi e da due grossi vasi verdi vuoti, nei quali sicuramente presto compariranno delle piantine fiorite.


C’è anche una piccola bandiera italiana che sventola, mossa dalla leggera brezza di vento e il suo riflesso nello specchio nell’acqua, tra le chiome degli alberi, sembra un quadro astratto.
Anche se dalla darsena si vede solo un piccolo fazzoletto di lago, non mi stancherei mai di osservare in silenzio quel meraviglioso specchio d’acqua circondato dalla Prealpi varesine.


E’ un luogo quasi zen che invita alla meditazione e rilassante, siamo solo noi due, non potrei chiedere di meglio.
Ci avviamo verso casa, felici di aver fatto questa passeggiata meditativa, nello stesso tempo corroborante, di 6 chilometri tondi, tondi e grati di abitare in un paese che ci offre la possibilità di godere di questi meravigliosi posti e dell’affaccio sul lago.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: