I legami più profondi non sono fatti né di corde, né di nodi, eppure nessuno li scioglie (Lao Tzu)


Siamo nell’anno 1972, come ogni settimana partiamo da Milano per andare a trovare i miei zii a Luvinate e con l’occasione alla ricerca, che ormai pare vana, di una casa indipendente in provincia di Varese dove trasferirci da lì a qualche anno. Dall’autostrada vediamo un grande cartello cartello di vendita di un piccolo appezzamento di terreno che attrae l’attenzione dei miei genitori. Siamo a un paio di chilometri dalla Città Giardino, un’ottima posizione per costruire una casetta e ci rechiamo subito a leggere meglio l’annuncio, seguendo una strada secondaria e poco frequentata parallela all’autostrada. C’è una signora che sta portando a passeggio la sua cagnolina Lisa, si avvicina a noi e, con un marcato accento veneto, ci suggerisce che se stiamo cercando una casa, ce n’è in vendita una di fronte alla sua abitazione. E’ molto affabile e mentre la seguiamo per vedere esternamente l’unità immobiliare, ci racconta di essere originaria di Cittadella, in provincia di Padova e dopo aver vissuto per un certo periodo a Senago, si era trasferita con il marito e la figlia Ritina in quel di Buguggiate.
La casa attira l’attenzione dei miei genitori e la Signora Lina ci fornisce il recapito telefonico dei proprietari. Quando mi giro verso la sua abitazione, vedo attraverso la vetrata che dà sul terrazzo la figlia convalescente da un brutto intervento di appendice e ci salutiamo con un cenno della mano. É stato il nostro primo incontro, anche se a distanza, Rita aveva 14 anni, io 12.
Quattro anni dopo ci trasferiamo a Buguggiate e con Rita trascorro la maggior parte del mio tempo libero, ascoltando canzoni di Billy Joel e sognando il principe azzurro. É una ragazza dolce e solare, andiamo molto d’accordo. Dopo aver conseguito la patente di guida, mi scorazza in giro con la Fiat 500 color carta da zucchero e le portiere che si aprono controvento che era appartenuta a suo nonno paterno, oppure in sella alla sua Harley Davinson, anche se la faccio sempre arrabbiare perchè non assecondo le curve, rimando dritta come un baccalà sulla sella.
Passa solo un anno e Rita si fidanza con Antonio, il grande amore della sua vita e di professione calciatore tra le file del Milan. Si sposano a settembre del 1979 e da lì a poco, a seguito della cessione di Antonio alla squadra romagnola, si trasferiscono a Forlì e dove nasce la loro primogenita Micol.
Mi faccio da parte, non voglio invadere l’intimità di Rita e dei suoi genitori quando torna a Buguggiate per far loro visita e farli godere delle gioie dei nipotini. Nel frattempo sono nati anche Naike, Giada e Cristian.
Come sempre succede a chi fa il calciatore professionista, capita di trasferirsi spesso in città diverse e anche per Rita e Antonio è così: Reggio Calabria, San Benedetto del Tronto, Prato, Ancona, Cosenza e Brescia, infine a Castel Mella dove mettono le radici.
In tutte i luoghi in cui ha vissuto e abita tutt’ora Rita ha stretto amicizie, una cerchia di amiche che rimangono tali nonostante la lontananza e gli anni che passano e che recentemente Rita ha riunito in un simpatico gruppo di WhatsApp di cui ho l’onore di far parte.
Amiche” è un diventato un simpatico social privato, dove ci scambiamo saluti, foto, panorami dei luoghi dove viviamo e tutto quanto vogliamo condividere tra di noi… e ringrazio Rita per questa bella idea!
Termino con una chiosa sulla foto che ci ritrae nel 1975. Quest’estate, quando Rita e Antonio verranno a trascorrere le vacanze nella casa di Buguggiate, ci siederemo ancora sullo stesso muretto e ci faremo ritrarre per la versione aggiornata di questo ricordo, uno scatto che sarà rigorosamente in bianco e nero, con due ultra sessantenni orgogliose delle loro rughe, i capelli naturalmente bianchi e che sorridono alla vita.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: