Blue Monday… no grazie, lunedì felice!


Il giorno più triste dell’anno si appresta a spegnere la sedicesima candelina, da quando lo psicologo inglese Cliff Arnall individuò il terzo lunedì di gennaio come il giorno più deprimente per le popolazioni dell’emisfero boreale, utilizzando un’equazione ritenuta poi priva di fondamento. Il suo fanta-calcolo teneva conto delle condizioni meteo tipiche dell’inverno, la fine delle vacanze di Natale, la consapevolezza di non aver messo in atto i buoni propositi per il nuovo anno, la poca motivazione ed altre considerazioni di minore importanza. Il Blue Monday (per gli anglosassoni il colore blu è associato alla tristezza), risultò un’ottima trovata pubblicitaria dal 2005 fino allo scorso anno soprattutto per le compagnie ed agenzie di viaggio inglesi per promuovere vacanze nella seconda metà di gennaio, per il resto è una bufala che pare si stia a poco a poco sgonfiando.
Oggi è una bella giornata di sole e anche se molto fredda non mi suscita affatto tristezza, tutt’altro. E’ il compleanno di mio marito, quindi nella nostra casa è un giorno di festa. Quando lavoravo mi prendevo sempre un giorno di ferie per questa ricorrenza e uscivamo abitualmente a pranzo per festeggiare. Per questo compleanno in tempo di Covid mi sono dedicata a preparare le pietanze che più gli piacciono e il suo dolce preferito, lo strudel di mele con panna rispettando la ricetta tradizionale austriaca del Apfelstrudel mit Sahne, che ha risvegliato in noi i ricordi delle nostre magnifiche vacanze trascorse per anni sulle sponde del lago Pillersee ai piedi delle Alpi di Kitzbühel. Quindi non solo per me oggi non è un Blue Monday ma è anche una giornata felice nonostante il lockdown e la zona rossa non ci permette di festeggiare facendo una piacevole passeggiata in mezzo ai boschi, ma va bene così…. Buon Compleanno vita mia e buon onomastico a chi si chiama Margherita!

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Una risposta a "Blue Monday… no grazie, lunedì felice!"

Add yours

  1. Ho scoperto di condividere con lui la passione per lo strudel con panna … ma io non andavo in Austria, bensi’ in Val di Funes, e ricordo una notte che nevicava meravigliosamente grande, sai, quei fiocchi enormi, fitti fitti … sono uscito dall’albergo per godermela, e … sorpresa! dal paese piu’ sotto arrivava un meraviglioso profumo di Strudel … son sceso in mezzo alla neve fresca alta, a piedi, fino al paese e il panettiere aveva un meraviglioso strudel (altro che chanel nr 5 !!!) ancora caldo … me ne ha data una porzione pantagruelica con taanta panna montata … il paradiso!
    Poi son risalito all’albergo, con calma, sazio ed appesantito, ma felice!!! Una delle piu’ belle camminate in neve fresca che ricordi, un anticipo di paradiso. Ma la Val di Funes e’ magica … anche in questo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: