Ma quanto è buono il cammello di pasta sfoglia!!!


E’ arrivata anche l’Epifania che tutte le feste si porta via. Per queste festività natalizie non abbiamo abusato con i dolciumi, lo stretto necessario per festeggiare il Natale, Capodanno con un panettone ai marron glacé e oggi la Befana con uno squisito cammello di sfoglia farcito con un velo di crema pasticciera, il tutto rigorosamente artigianale e magistralmente preparati da Silvio Marcolli e il suo staff, un’eccellenza del mio paese, Azzate.
Non sapevo che questo dolce dalla forma del grosso ruminante con le gobbe fosse un’usanza dalle origini varesine. Ormai sui banchi delle pasticcerie si trovano torte di ogni tipo a forma di cammello, ma l’antica tradizione vuole che sia rigorosamente di pasta sfoglia.
Il motivo per cui questa usanza è radicata solo nel varesotto pare sia sconosciuta ma legata alla spiritualità del viaggio dei Re Magi, sacerdoti astronomi che osservavano il cielo per carpirne predizioni e presagi.
La leggenda recita che Federico Barbarossa, una volta giunto a Milano, rubò le reliquie dei Re Magi nella chiesa di Sant’Eustorgio per donarle all’arcivescovo di Colonia e transitando proprio dalla Città Giardino e i varesini crearono un dolce a forma di cammello per onorare il lungo viaggio di Melchiorre, Baldassarre e Gaspare che partirono da Oriente e seguendo la stella cometa raggiunsero Gerusalemme, dove adorarono e portarono i doni al Bambino Gesù.

Emanuela Trevisan Ghiringhelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: